La appassionante storia dei cubetti di ghiaccio

Surgelatori, macchine per fare ghiaccio, gelati, cubetti di ghiaccio Ice Tech… è tutto così familiare che ci sembra di averli da tutta la vita. Ma non è così. Anche se è stato sempre presente, il ghiaccio non si è sempre utilizzato come mezzo per conservare alimenti o per rinfrescare bevande.

La storia del ghiaccio risale ad epoche avanti Cristo, dove era abituale bere bevande fredde e perfino realizzare case di ghiaccio. Successivamente, si hanno tracce di romani che andavano in montagna per prendere del ghiaccio dalle cime innevate e portarlo in città. La sua conservazione, per mezzo di pelli di animali, era molto costosa perché all’inizio queste si consideravano un elemento di lusso.

Dopo anni ed anni di diffusione, finalmente nel XVI secolo si regolò il commercio del ghiaccio, permettendo la creazione e la vendita di gelati e l’abitudine di bere bevande fredde in tutto il mondo.

Ma… chi creò i cubetti di ghiaccio?

In Ice Tech produciamo macchine che fanno cubetti di ghiaccio e le commercializziamo in tutto il mondo. Questo è il risultato di centinaia di anni di evoluzione del ghiaccio. 

Fu Frederic Tudor che, a metà del XIX secolo, iniziò il progetto dei cubetti di ghiaccio. Non fu un affare facile, furono vari i fallimenti e le beffe che subì cercando di convincere la gente che avere un pezzo di ghiaccio galleggiante nella sua bevanda era una buona idea. Vero che ora ti sembra inconcepibile? Tutte le nostre bevande le vogliamo con ghiaccio Ice Tech M ;).

Iniziando la sua promozione negli Stati Uniti, Frederic riuscì a progredire nei suoi affari, commercializzando il prodotto per tutta l’Europa e anche l’India.

Finalmente, venne incoronato come il «Re del ghiaccio», finché anni dopo la aziende di refrigerazione misero fine ai suoi affari.

Grazie, Frederic! 🙂

Taggato con: , , , , ,