L'importanza del ghiaccio nel trasporto dei vaccini

Ultimamente si sentono ottime notizie sul vaccino COVID-19, sembra che sia già nella fase finale, e uno degli argomenti di cui si sente più parlare nei media è il delicato trasporto delle dosi e la loro conservazione. Nel post di oggi, andremo a raccontarvi qual è il ruolo che il ghiaccio gioca in tutto questo processo.

Innanzitutto bisogna sottolineare che, nel caso dei vaccini, come per gli altri prodotti sensibili come il pesce congelato o materiali chimici, è fondamentale che la catena del freddo non venga interrotta, poiché, se ciò accadesse, le dosi perderebbero tutte le loro qualità. Grazie al ghiaccio le aziende farmaceutiche riescono a mantenere una temperatura costante e bassa durante tutto il viaggio e il successivo stoccaggio.

 

Il viaggio del vaccino

Una volta che le aziende farmaceutiche avranno i permessi necessari per commercializzare i loro vaccini, sarà tempo di trasportare le dosi in tutti gli angoli del mondo. Per questo, si prevede che milioni di dosi viaggino su grandi aerei in modo tale da distribuire i vaccini a tempo di record.

Per mantenere la catena del freddo, all’interno degli aerei ci saranno centinaia di contenitori non più grandi di una valigia con le dosi e ghiaccio secco per mantenere la temperatura ai livelli richiesti. Un’altra possibilità che viene presa in considerazione è quella di utilizzare l’azoto liquido dato che può raggiungere fino a 150 gradi sottozero.

 

Ghiaccio tritato la migliore soluzione per il trasporto di prodotti delicati

Un’altra possibilità è l’uso del ghiaccio tritato per conservare i vaccini in quanto questo tipo di ghiaccio è più umido ed è perfetto per il trasporto di prodotti delicati.

Il ghiaccio tritato si caratterizza perché è composto da migliaia di cristalli microscopici e grazie alle sue ridotte dimensioni può occupare una superficie maggiore in maniera istantanea e mantenere una temperatura costante per tutto il viaggio.

Possiamo trovare il ghiaccio tritato in un gran numero di industrie come supermercati, pescherie, farmacie e laboratori, dove viene usato per mantenere i prodotti a basse temperature e in altri settori come gli ospedali e nelle fisioterapie per ridurre il dolore.

Inoltre, per il settore scientifico rappresenta un grande vantaggio in quanto consente ai ricercatori di lavorare direttamente con piccoli volumi di campioni nelle loro banche senza doversi recare in apposite celle frigorifere, facilitando così in larga misura il loro lavoro.

Grazie al ghiaccio tritato, come quello prodotto tramite le macchine per il ghiaccio ICE QUEEN, possiamo conservare prodotti delicati, come i vaccini, a bassissima temperatura, per un lungo periodo di tempo e senza interrompere la catena del freddo.